Le teorie sulla riprogrammazione mentale e come ottenerla

Rimodella la Mente senza tempo!

wristwatch-2135219_640

Obiettivi del corso di sviluppo di coscienza individuale

Spesso sfugge a molti, anche agli appassionati di tecniche della mente, a cosa serva realmente questo sito o a cosa servano altri materiali di questo genere.

Le informazioni, qualunque informazione percepita, sono in grado di mutare la realtà del soggetto che le recepisce: dell’ambiente ricevente. Tutto ha una forma e tutto è forma e tutto può essere deformato e riformato, cambiato e mutato. La forma di cui stiamo parlando è una forma energetica non certo una forma fisica, sebbene le mutazioni fisiche di una mutata forma energetica siano evidenti a tutti: basti pensare a una persona triste che torna a stare bene e al suo cambiamento fisico che “succede” a quello emotivo.

Ecco, il segreto di questa lezione è questo: che tutto può essere mutato, cambiato, attraverso le tecnologie di trasformazione della mente, intesa come campo esteso di energia su cui il soggetto (unità individuale di percezione e di consapevolezza) ha influenza e su cui estende la sua influenza.

Puoi mutare l’ambiente di un individuo, le sue ambizioni, relazioni, livello di ricchezza e di successo se agisci sul suo sistema di pensiero e sul suo sistema di credenze!

Molti si sono cimentati nella individuazione e nella cernita delle migliori tecniche della mente. Questo è un lungo processo di comprensione di dinamiche circa il funzionamento dell’umana realtà e dell’umano essere (inteso come macchina umana biologica) che sfuggono a coloro che non hanno “occhi per vedere”, ossia la sensibilità necessaria per percepire i cambiamenti, le mutazioni, i progressi, gli stati e i mutamenti di Stato dell’Essere. Chi non è in grado di vedere le mutazioni della coscienza nel suo eterno divenire, nel suo eterno processo di apprendimento.

Da dove provengono le conoscenze occulte che sono l’oggetto della ricerca esoterica

Le tecnologie di cui parliamo non sono tecnologie “umane” ma appartengono ai reami superiori e sono state trasmesse nei secoli come segreto occulto a degli iniziati.

Non puoi capire queste cose nemmeno se c’è qualcuno che te le scrive e te le racconta.!

Per te iniziato saranno scontate, ma per chi non ne ha prova diretta, nella migliore delle ipotesi sono solo argomenti molto affascinanti, nella peggiore un mero cumulo di sciocchezze. Sono gli intelligentoni pieni di numeri e nozioni apprese unicamente da fonti esterne al solo scopo di creare burattini nelle mani di chi ha avuto il compito di dirigere questa parte di Universo: queste sono le persone che giudicato il tutto senza conoscerne nemmeno una parte sostanziale, dispondendo di una briciola!

Le tecnologie della mente

Le tecnologie della mente sono incentrate sulla conoscenza di sé stessi e sul funzionamento:

  1. della mente
  2. dei suoi “contorni” e del suoi “connotati”(la mente estesa e la mente locale o centro di consapevolezza individuale; la mente che influenza e la forma che è infuenzata, ecc.)
  3. degli stati alterati di consapevolezza: del genio e della follia

Non puoi ben capire tutte queste cose se non segui un corso mirato allo scopo: le informazioni sono talmente tante che la curva di apprendimento per l’autodidatta richiede, o per lo meno nel mio caso ha richiesto, uno studio mirato e intenso durato circa sei anni. Senza contare gli anni di stasi e di riflessione in cui ti fai una tua teoria del tutto e poi la ricerchi e la riconfermi nelle scoperte di altri! Ci vogliono almeno dieci anni insomma.

Per questo esistono i formatori, per accelerare i processi formativi circa argomenti già scientificamente appresi e dimostrati onde permettere alle masse di accedere più velocemente alle stesse informazioni ed esperienze.

Ma a te ora anzitutto importa sapere cosa sono i poteri della mente e come svilupparli.

 

Anzi ti serve sapere prima di tutto come sviluppare quel terreno fertile su cui agire per il cambiamento dell’essere.

Alla ricerca di un Terreno Fertile:

cos’è il lavoro su di sé e in cosa consiste?

L’Essere che dà forma all’essere umano che gli è stato affidato: il cosiddetto lavoro su di sé, su sé stessi. In ottica duale, di separazione, tipica di questa realtà, devi sapere che il tuo Essere supremo che ti guida e conduce (Che non sei tu, ma è parte di te e potresti essere tu un giorno!) ha intenzione di occupare un ruolo preciso nella tua vita: quello di guidare la tua coscienza umana e animale (separata da un solo velo consapevolezza dal tutto) per portarla a “compimento” a “realizzazione” di obiettivi innati o prefissati. Chiamalo destino, traccia, scenario di possibilità gradito che l’anima, il tuo Essere supremo, vuole intendere e ottenere e ha bisogno di un involucro esterno per percepire i passi necessari a capire e meritare di ottenere quella meta agognata.

Il processo di trasformazione inizia con la presa di coscienza di essere tutto e nulla, di non contare un cazzo sino a quando non prendi le redini e ti svincoli dagli automatismi e dalla testardaggine della macchina biologica “fuori controllo, dal tuo controllo e, per questo, imbizzarrita”.

Lavorare su di sé quindi significa agire con coscienza di esserci e di fare attraverso sé stessi senza vivere in virtù degli automatismi della materia già pensata: da te stesso o da altri!

Esistono tracce di memoria su cui la mente si focalizza e si radica (su determinate forme pensiero della mente) entro le quali poi si vive una intera esistenza. Queste dinamiche sono influenzate da:

  • Fatti della vita di tutti i giorni che ci accadono, ci segnano.
  • La formazione mirata e collaudata e guidata dal sistema serve a incanalare un comportamento di massa nelle masse di coscienza creando (hackerando) una coscienza ultra-cosmica separandola dal tutto imprigionandola in un limitato emisfero di consapevolezza.

Il processo di cambimento

Tu puoi cambiare attraverso queste tecniche della mente. Agli “umani” sono note come programmazione neuro-linguistica o, più in generale, tecniche della mente e dello spirito: parliamo di meditazione, auto-coscienza, coscienza guidata, telepatia, auto-controllo, auto-immedesimazione e meditazione. Ciascuna tecnica o fase evolutiva della coscienza appena indicata serve a far capire lo scopo di separazione di ciascuna per annullare il tutto permettendo la separazione della consapevolezza per l’individuazione elementare degli aspetti che governano i complessi processi della mente e del pensiero. Per chiarire quanto appena detto: tu fai le cose senza pensarci, automaticamente, ma vi sono tecniche che isolano i processi focalizzandosi (separando un aspetto dagli altri) per capire e comprendere ogni aspetto necessario alle dinamiche di creazione della realtà dell’essere umano.

Le tecnologie della mente di base sono quindi:

  • la meditazione
  • la programmazione neuro-linguistica
  • la contemplazione o focus uni-direzionale della coscienza in senso stretto
  • la respirazione “guidata” o auto-indotta
  • il channeling costruttivo della coscienza e le dinamiche del pensiero

La respirazione

Il controllo su di sé è il risultato del lavoro su di sé. Conoscendo i propri limiti di funzionamento, i limiti del nostro corpo, della nostra coscienza e della nostra percezione, possiamo incanalare nel nostro corpo le energie necessarie al cambiamento della nostra realtà ma non solo. Il dolore che può generare l’afflusso energetico di una coscienza superiore, di livelli di coscienza superiore, è sconosciuto ai più e può anche sfociare in situazioni imbarazzanti e paradossali. Il lavoro su di sé non è affatto facile ed è pericoloso. L’animale che governiamo si spaventa, è impaurito e impreparato a gestire una mole universale di informazioni vere che incanaliamo direttamente dalla nostra coscienza superiore!

Il controllo della respirazione è il primo step della meditazione, di cui un grande maestro e cultore fu uno dei personaggi più noti, enigmatici e fraintesi del genere umano: Alsteir Crowley. Il lavoro sulla (sua) Coscienza che fece è di grande aiuto a quanti si incamminano sul sentiero della scienza e della conoscenza dell’Essere. Non per convalidare i risultati di una percezione umana della magia da parte di questo grande Mago, ma per sdoganare tecniche da lui ben comprese e spiegate che ci riconnettono al tutto e primancora a noi stessi, al centro della nostra consapevolezza.

L’ottica trasformativa di questo sito presuppone la visione e la consultazione di ogni contenuto in esso racchiuso, nell’ordine di pubblicazione. Non garantiamo risultati ma garantiamo progressi!

Ordine del giorno approvato e pubblicato sul Diario di Bordo dello Shift Comander
Milano, Addì  26 luglio 2017
Annunci